Rovinj (Rovigno)

Rovigno, con il suo nucleo storico raccolto in una penisola circolare protesa nel mare, presenta oggi una delle destinazioni turistiche più sviluppate della Croazia e dell'Adriatico. Conosciuta anche come una delle cittadine più fotogeniche e romantiche del Mediterraneo, Rovigno è ormai da decenni ambita meta di turismo balneare e culturale, frequentata da tantissimi turisti che vi tornano fedelmente ogni anno. Cosa li motiva? Forse è colpa dell’atmosfera dei tempi passati che si respira passeggiando per le viuzze ripide e tortuose della cittadina costruita inizialmente su un’isola, congiunta con la terraferma soltanto nel 18° secolo. Ma potrebbero essere attirati anche dalle sue 22 isole e isolotti, dal mite clima mediterraneo, dagli spazi verdi progettati con grande cura ed attenzione per i dettagli, dalla sorprendente nettezza urbana, dall’ospitalità degli abitanti locali e dalle numerose feste e manifestazioni culturali.

Secondo noi, la città abbina in modo originale la sua ricca tradizione ultracentenaria con le comodità dei tempi moderni. Da una parte si respira l’atmosfera di un piccolo villaggio di pescatori, soprattutto durante le tradizionali feste in riva oppure negli Spaci, taverne in cui non molto tempo fa, i pescatori si incontravano e cantavano della vita. D'altra parte, la città segue moderni trend turistici, sviluppa una squisita offerta gastronomica e un alto livello di servizi in generale.

Allo stesso tempo, la città ai piedi della chiesa di Santa Eufemia è il luogo preferito di ritrovo di artisti provenienti da tutto il mondo. Camminando per le strade di Rovigno vi imbatterete in numerose gallerie d’arte, e se capitate dalle nostre parti in Agosto, non perdetevi una delle più famose mostre d’arte all’aperto, la Grisia. La mostra si svolge nell’omonima via che collega la piazza centrale alla chiesa, suggestiva per la sua magnifica scalinata.

È difficile elencare tutte le attrazioni della nostra città, perciò vi invitiamo a visitarla e ad arrendersi al suo fascino.. siamo sicuri che vi conquisterà e che, prima o poi, ci tornerete.


Informazioni generali

Popolazione 14.294
La temperatura media nel mese di luglio 22.3 °C
Region Istria
La temperatura media nel mese di agosto 24.5 °C
L'aeroporto più vicino Pula
Temperatura media del mare giugno-sett.e 21°C - 24°C
 

Cosa visitare

Rovinj - Cittàvecchia

La Cittàvecchia

La chiesa della Santa Protettrice della città, è l'edificio più imponente che domina tutto il nucleo storico. Costruita all' inizio del XVIII secolo, nella metà del secolo scorso ha subito degli interventi con la costruzione della nuova facciata principale in stile barocco-veneziano. Il campanile di Sant' Eufemia, alto una sessantina di metri, termina alla sua sommità con la statua bronzea della Santa che il vento fa girare sul proprio asse.

La chiesa di Sant' Eufemia, Rovigno

La chiesa di Sant' Eufemia

La chiesa della Santa Protettrice della città, è l'edificio più imponente che domina tutto il nucleo storico. Costruita all' inizio del XVIII secolo, nella metà del secolo scorso ha subito degli interventi con la costruzione della nuova facciata principale in stile barocco-veneziano. Il campanile di Sant' Eufemia, alto una sessantina di metri, termina alla sua sommità con la statua bronzea della Santa che il vento fa girare sul proprio asse.

Il battistero della SS. Trinità

Il battistero della SS. Trinità

Costruzione ettagonale, rappresenta l'edificio più antico della città, situato in Piazza sul Laco. La chiesetta romantica, costruita nell' VIII secolo, è interessante anche per un dettaglio particolare: la transenna con scene di Golgota.

Il Convento francescano

Il Convento francescano

La chiesa e il convento sono stati costruiti all'inizio del XVIII secolo. In questo complesso barocco è custodita una ricca biblioteca e un interessante museo di opere d'arte sacrale. È situato in Via De Amicis.

Il castello sull'isola di Sant'Andrea

Il castello sull'isola di Sant'Andrea

È un convento benedettino fondato nel VI secolo. Nel secolo XV i francescani lo hanno ampliato e alla fine del XIX secolo è stato restaurato dal barone Hütterodt. Oggi, il castello è trasformato in albergo.

Le mura e le porte della città di Rovigno

Le mura e le porte della città di Rovigno

Gia nel VII secolo Rovigno era custodita da mura di cinta, rafforzate in seguito da torri. La città aveva sette porte, tre delle quali si sono conservate fino ai giorni nostri: la porta di San Benedetto, la porta Sottomuro e la porta di Santa Croce. Nel punto in cui sorgeva la porta esterna della città, nel XVII secolo, è stato eretto l'arco barocco dei Balbi, oggi entrata della Cittàvecchia.

Il Museo Civico di Rovigno

Il Museo Civico

Il Museo Civico della Città di Rovigno venne fondato nel 1954. È custode di pregevoli oggetti artistici e nel suo ambito dispone di una biblioteca scientifica di oltre 30.000 volumi.

L'acquario rovignese

L'acquario rovignese

L'Acquario del Centro di Ricerche marine dell'Istituto « Ruder Boškovic» opera a Rovigno da oltre cent'anni e si annovera tra i più vecchi del mondo. L'Acquario ospita esemplari della fauna e della flora dell'Adriatico settentrionale.

L'arco dei Balbi

L'arco dei Balbi

L'arco dei Balbi in Piazza Tito, vene murato là dove anticamente sorgeva la porta che dava accesso alla città. Nell 1678 venne ricoperto da lastre di pietra.